Calcio

Ecco a voi lo spettacolo della Premier League!

La prima giornata di Premier non è soltanto il 4 a 3 di Liverpool-Leeds

PL ball

Cosa ci dice il primo turno di Premier?

Il grande calcio della Premier League è ripartito da pochissimi giorni, eppure gli spunti di riflessione già si sprecano. La prima scoppiettante giornata del torneo più impegnativo e meno scontato di tutto il Vecchio Continente ha ricordato a tutti come l’Arsenal di quest’anno sia una squadra molto solida in grado di impensierire i favoriti per il titolo nazionale, ovvero Citizens e Reds – il 3 a 0 sul Fulham non è casuale ma conferma quanto di buono si è visto durante la partita di Community Shield – come il Liverpool sia ancora una volta la squadra da battere e come il Leeds possa stupire chiunque, sebbene sia una neopromossa. Non solo: sono bastati 90 minuti per farci storcere il naso davanti a un Tottenham ancora una volta senz’anima, con un Mourinho in palese difficoltà nei confronti dell’Everton del maestro Ancelotti, e altrettanti per convincerci della bontà del nuovo Leicester, che con Vardy e il neoacquisto Castagne ha annichilito un impotente West Bromwich. Le Foxes, potendo schierare giovani promesse come Barnes e Maddison, due talenti purissimi in grado di esplodere in qualsiasi momento, punteranno certamente a ottenere un pass per la Champions League edizione 2021-2022. Comincia nel migliore dei modi anche il cammino del Chelsea, 3 a 1 al Brighton, che sblocca un incontro a tratti complicato grazie a Jorginho su rigore, Reece e Zouma. I Blues hanno così tanti ottimi giocatori a disposizione, tra cui il “tuttocampista”Kanté, che Antonio Conte vorrebbe a tutti i costi all’Inter, che difficilmente potranno perdere punti contro squadre non eccezionali come i Seagulls. Non male questi primi spunti di riflessione, non è vero?

Un inizio con il botto

Arsenal Flag

Possiamo dirlo: la Premer è ricominciata con il botto! Il 4 a 3 del Liverpool di Jürgen Klopp ai danni del Leeds del Loco Bielsa è l’inno di questa prima giornata di campionato e al contempo una celebrazione del calcio d’attacco, dove fare un goal in più dell’avversario è più importante che subirne uno in meno. Questa partita caotica, a tratti confusionaria, ma sicuramente adrenalinica ci ha fatto riscoprire, e riassaporare, il modo di giocare a viso aperto del tecnico argentino, che è già riuscito a plasmare la squadra neopromossa che allena a sua immagine e somiglianza. Mai rintanarsi e provare sempre a fare male all’avversario sono i due precetti da osservarsi alla lettera se il Leeds vorrà davvero evitare quest’anno di divenire vittima sacrificale. Dallo spettacolo più puro, passiamo ora allo show più deludente offerto dal non convincente Tottenham, caduto al cospetto dell’Everton di Carlo Ancelotti: gli Spurs sul campo hanno dimostrato di faticare e non poco davanti a una delle formazioni più interessanti dell’attuale campionato inglese, quei Toffees che vogliono pensare finalmente in grande, considerando che l’acquisto di un certo James Rodriguez è propedeutico a quel salto di qualità che noi onestamente ci aspettiamo. Meno male che a tirarci su di morale ci pensano sia l’Arsenal del fuoriclasse Aubameyang, che non poteva non siglare un goal contro il Fulham, sia il Leicester, che ha meritato con il West Bromwich e che ora sta pensando di rinforzarsi ulteriormente in vista di una stagione lunga e intensa magari ingaggiando Ünder. Che dire infine dei Blues che hanno avuto la meglio sul modesto Brighton,soffrendo certamente,ma imponendo alla lunga un calcio piacevole a vedersi? No, non ci siamo dimenticati di loro, sebbene qualcuno le definisca, impropriamente, “squadre minori”: il Newcastle ha superato un impalpabile West Ham per 2 reti a 0, il Crystal Palaceha battuto in casa il Southampton per 1 a 0 grazie al gol del solito Zaha e il Wolverhampton non ha certo faticato contro lo Sheffield United sconfiggendolo per 2 a 0. In attesa di vedere all’opera le corazzate Manchester City e Manchester United, che sfideranno rispettivamente il Wolverhampton e il Crystal Palace, ecco a voi lo spettacolo offerto dalla prima giornata di Premier League.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *