Pronostici Calcio

I migliori 10 giocatori di rugby di tutti i tempi

Tutti i più forti giocatori di rugby della storia

Il rugby è uno degli sport più antichi e seguiti al mondo. Le origini di questa disciplina sportiva risalgono addirittura a più di duemila anni fa, in età classica, quando ad Atene si praticava l’episkyros e a Roma l’harpastum (che poi non sono altro che gli antenati anche del moderno calcio).

Negli ultimi 20 anni lo sport della palla ovale ha raggiunto una popolarità tale a livello mondiale che, ormai, le stelle del rugby sono universalmente riconosciute come tra i più acclamati campioni dello sport.

Ma chi sono i fuoriclasse del rugby che hanno fatto la storia di questo sport? Chi i top player più forti di ogni tempo? Come per la maggior parte degli sport di squadra è sempre difficile stilare una classifica dei migliori giocatori di ogni tempo. Tuttavia, possiamo indicare una serie di atleti e professionisti della palla ovale che in qualche maniera hanno inciso più degli altri in questo antico e nobile sport.

Il Re d’Inghilterra, Jonny Wilkinson

Partiamo dall’Inghilterra, la terra che ha dato i natali al rugby, per parlare del mediano d’apertura Jonny Wilkinson. Vincitore da protagonista di una Coppa del Mondo con la nazionale inglese nel 2003, Wilkinson è stato per anni il Re della “fortezza” di Twickenham, il tempio londinese del rugby di sua Maestà.

Nativo del Surrey, Wilkinson ha giocato a livello di club per i Newcastle Falcons e per i francesi del Tolone, oltre a rappresentare l’Inghilterra e i British & Irish Lions (la selezione internazionale rappresentante le federazioni delle isole britanniche). Wilkinson ha raccolto 91 caps (presenze con la nazionale), vincendo 61 volte. Inoltre, il giocatore detiene il record di punti (277) della Coppa del mondo di rugby ed è stato l’unico giocatore ad andare a referto in due finali del mondiale (2003 e 2007).

L’irlandese di ferro, Brian O’Driscoll

Restiamo nel Regno Unito per parlare dell’irlandese Brian O’Driscoll. Considerato il miglior tre quarti centro della storia del rugby, il giocatore originario di Dublino è stato il capitano dell’Irlanda

dal 2003 al 2012, raccogliendo ben 141 presenze. È il miglior realizzatore di sempre del rugby irlandese e l’ottavo miglior marcatore nella storia di tutto il rugby.

L’italo-australiano che ha conquistato il mondo, David Campese

Ci spostiamo nell’altro emisfero per parlare di David Campese, l’italo-australiano che con il suo stile di gioco ha rivoluzionato il rugby moderno. Figlio di emigrati veneti, Campese è stato la colonna portante dell’Australia negli anni ottanta e novanta, vincendo la Coppa del Mondo nel 1991. Campese ha giocato come ala ed è considerato, nel suo ruolo, il migliore di sempre. A livello di club l’italo-australiano ha giocato anche col Petrarca Padova e con l’Amatori Milano (di Silvio Berlusconi). Popolarissimo il suo “passo d’oca”, movimento con il quale spiazzava gli avversari. Con la maglia dei Wallabies ha raccolto 101 caps, segnando 315 punti

Il recordman azzurro, Sergio Parisse

L’Italia vede in Sergio Parisse (nato in Argentina da genitori italiani) il suo recordman di presenze in maglia azzurra 142 (e 83 punti). Il terza linea centro è considerato uno dei più forti di sempre, avendo raccolto tre nomination come miglior giocatore dell’anno.

Nella nostra classifica dei migliori di sempre non può mancare Frédéric Michalak, recordman di punti con la nazionale francese e vincitore tre volte del Sei Nazioni con i galletti, ancora oggi tra le squadre favorite alla vittoria della competizione europea.

La squadra mito, gli All Blacks

Dulcis in fundo, chiudiamo parlando di due rappresentanti della Nuova Zelanda, la nazionale simbolo di questo sport. Famosi al grande pubblico con il nome di All Blacks, i giocatori della nazionale kiwi hanno rivoluzionato nel tempo questo sport, facendolo diventare il movimento di successo che oggi è il rugby. I “tutti neri” hanno vinto tre volte la Coppa del Mondo (tante quante il Sudafrica) e per altre cinque volte sono arrivate tra le prime quattro del mondiale.

Gli All Blacks sono stati tra i giocatori più forti di sempre nella storia del rugby. Nomi del calibro di Jonah Lomu, Michael Jones, Colin Meads, Keven Mealamu, Tana Umaga, Joe Rokocoko e Carlos Spencer (solo per citarne alcuni) a loro modo hanno segnato questo sport più degli altri.

I più forti di sempre, Dan Carter e Richie McCaw

Ma due All Blacks in particolare sono ritenuti i più grandi di sempre. Stiamo parlando di Dan Carter e Richie McCaw.

Il primo è il giocatore che ha il record assoluto di punti fatti a livello internazionale (primato che resiste dal luglio 2011) ed è considerato il mediano d’apertura più grande di sempre. Con gli All Blacks ha segnato 1598 punti, vincendo la Coppa del Mondo nel 2011. È stato nominato anche giocatore dell’anno nel 2005 e nel 2012, oltre ad aver vinto svariati premi individuali nel corso della sua carriera.

La palma del più grande di sempre va però a Richie McCaw, capitano di due vittorie mondiali della Nuova Zelanda (nel 2011 e 2015). Giocatore dell’anno nel 2006, 2009 e 2010, McCaw è stato un leader e fonte di ispirazione per i suoi compagni di squadra. Ha capitanato gli All Blacks in 110 delle sue 148 partite e fino al 2020 è stato il giocatore di rugby con più presenze in nazionale (record superato dal gallese Alun Wyn Jones).

Articoli simili

Back to top button