Tennis

Tennis ATP Finals 2020, a Londra Nadal sfida Djokovic

Nadal proverà a centrare la vittoria per la prima volta nel torneo di fine anno

Tutto pronto a Londra per l’edizione 2020 delle ATP Finals, il torneo di tennis più importante della stagione (ovviamente dopo le quattro tappe del Grande Slam) che saluterà quest’anno la capitale del Regno Unito dopo ben undici edizioni, per dare l’appuntamento nel 2021 a Torino, sede delle ATP Finals fino al 2025.

Il quadro degli otto partecipanti si è completato con l’ingresso nel tabellone dell’argentino Diego Schwartzman, al debutto assoluto nel torneo insieme al russo Andrey Rublev. Non ce l’ha fatta a qualificarsi l’italiano numero 10 del ranking mondiale Matteo Berrettini (beffato nel finale di stagione proprio da Schwartzman) che soltanto dodici mesi fa aveva conquistato l’ambito traguardo, rientrando nei magnifici otto del torneo londinese. Non ci sarà neanche lo svizzero 39enne Roger Federer, numero 4 del ranking mondiale, assente dai campi per infortunio da fine gennaio (ovvero dagli Australian Open).

Chi sarà di sicuro protagonista alle ATP Finals è Rafael Nadal, il campione maiorchino vincitore di 20 titoli dello Slam (record ogni tempo detenuto con Roger Federer) di cui ben 13 successi al Roland Garros, che a Londra (dove si svolge la manifestazione dal 2009) non ha mai vinto.

Chi sono gli 8 partecipanti delle ATP Finals 2020

• Novak Djokovic

• Rafael Nadal

• Dominic Thiem

• Daniil Medvedev

• Stefanos Tsitsipas

• Alexander Zverev

• Andrey Rublev

• Diego Schwartzman

Il torneo si disputerà dal 15 al 22 novembre prossimo sul cemento della O2 Arena di Londra. Gli otto partecipanti verranno sorteggiati (in base alle teste di serie) in due gironi da quattro giocatori ciascuno e si sfideranno con i rispettivi avversari di ciascun raggruppamento. I migliori due classificati al termine delle gare del girone iniziale parteciperanno alle semifinali (il primo contro il secondo dell’altro girone e così via) e alla finalissima. Roger Federer detiene il primato di vittorie (con 6 titoli), seguito da Novak Djokovic, Ivan Lendl e Pete Sampras (5).

Nadal, numero 2 del mondo, è uscito quest’anno dagli Australian Open ai quarti di finale, battuto da Thiem in quattro set. Tuttavia, lo spagnolo si è portato a casa l’Open di Acapulco in Messico (terzo successo in carriera) e, come detto, il tredicesimo titolo agli Open di Francia (senza perdere un singolo set) dove ha superato in finale il numero 1 al mondo Novak Djokovic. A Roma, però, Nadal è uscito ai quarti di finale e, di recente, è stato eliminato in semifinale al Masters 1000 di Parigi. Ciò nonostante, il maiorchino arriverà a Londra come uno dei favoriti per la vittoria finale, forte di una stagione che, dopo tutto, potrebbe chiudersi con l’ennesima vittoria in carriera.

L’ex numero 1, però, dovrà vedersela con Djokovic che chiuderà la stagione per la sesta volta in carriera in vetta al ranking ATP. Nole ha avuto un ottimo inizio d’anno, superando Dominic Thiem in cinque set nella finale degli Australian Open, per poi battere Stefanos Tsitsipas a Dubai. Il serbo ha successivamente conquistato il titolo a Cincinnati prima di rendersi protagonista agli US Open di uno degli episodi più discussi dell’anno (squalificato nel match contro Pablo Carreno Busta per aver colpito con la pallina un giudice di linea).

Dopo la delusione dello Slam americano, Djokovic si è rifatto vincendo il suo quinto titolo agli Open d’Italia, battendo in finale Diego Schwartzman. Poche settimane fa a Vienna, il numero 1 al mondo si è dovuto arrendere all’italiano Lorenzo Sonego nei quarti di finale. Ciò nonostante, il suo primato in vetta al ranking ATP per quest’anno non è mai stato in dubbio; a Londra Djokovic si candiderà per vincere la sua sesta Finals, la prima dal 2015.

Articoli simili

Back to top button